martedì 18 giugno 2013

Il Gusto della tradizione (terza edizione)

Lunedì 17 giugno è stato presentato alla stampa e alle amministrazioni locali, con grande orgoglio e partecipazione, la nuova brochure che seguirà la terza edizione del Gusto della tradizione. Un evento che ormai vede l'associazione ristoratori Terracina a tavola impegnata per il terzo anno consecutivo alla difussione della cultura del mangiare bene con i prodotti che il nostro fiorente territorio ci offre.
Tante le novità a partire da quest'anno: in primis la volontà di estendere l'evento non solo al periodo invernale, come fatto nelle precedenti edizioni, ma anche ai mesi estivi e quindi ad affiancare i prodotti già noti che ci accompagnano nei mesi più freddi, ora si sono aggiunte anche le Alici in luglio e il Totano in agosto, una grafica tutta nuova e fotograficamente eccellente, grazie al sapiente lavoro dell'agenzia pubblicitaria di Luca Orilia ha dato sicuramente il quid in più.
 La volontà è sempre più forte da parte dell'associazione di dare voce ad un comparto (enogastronomico) per lo sviluppo di nuovi canali turistici che attraverso una pianificazione annuale, possono venire a godere delle bellezze del nostro territorio e delle BONTA' che offre, su questa linea di condotta si sta cercando, ogni anno sempre di più, di proporre iniziative che affianchino il gusto della tradizione ad eventi del territorio già pianificati, attraverso la sinergie tra associazioni di categoria (vedi collaborazione di Terracina a tavola con l'evento Fragolando, Festa dell'uva Moscato, Il mercato della terra e del mare della Sloo Food e oltre...).
Alla presenza del Sindaco dott. Nicola Procaccini si è evidenziato inoltre la pianificazione di una distribuzione della brochure non solo all'interno dei ristoranti consociati, ma anche nelle strutture alberghiere, b&b e agenzie di viaggi, e soprattutto nel Info point della Pro Loco situato a P.zza Mazzini, inoltre anche per questa edizione è previsto il coinvolgimento per l'anno scolastico 2013-14 degli studenti dell' Istituto Alberghiero del Filosi di Terracina all'evento, atrraverso un concorso i cui dettagli verrano illustrati i primi di settembre.
Ulteriore novità di quest'anno è l'opportunità "Friendly",  con regolamento visibile nell'ultima pagina di copertina, che prevede lo sconto del 10% per tutti coloro che presenteranno la brochure timbrata da uno dei ristoranti consociati o dalla struttura alberghiera che ha contribuito a fornire la promozione.
Su iniziativa del presidente della Pro Loco, geom Luca Brusca, si è inoltre programmato un concorso abbinato alla "Friendly" in cui presentando presso l'info point di P.zza Mazzini la brochure con il timbro di tutti ristoranti consociati, previo naturalmente la consumazione presso ciascuno di essi, si ottiene omaggio un cesto di prodotti tipici locali, come lo stesso Sindaco Procaccini ha evidenziato una sorta di "Passaporto del mangiar bene" che darà all'eccellenze della ristorazione terracinese una più ampia visibilità e gratificazione.
Invitiamo quindi tutti coloro che amano i sapori genuini e soprattutto ben cucinati, a visitarci......





.........e a richiedere la nuova brochure de Il Gusto della Tradizione!!! :)))

venerdì 29 marzo 2013

Il Carciofo romanesco

Protagonista delle tavole nel mese di marzo è il carciofo romanesco, ampiamente apprezzato per le sue qualità nutrizionali di gran valore e per la sua versatilità nelle preparazioni culinarie.
Il carciofo, capace di soddisfare grandi e piccini per la capacità di adattarsi ad ogni piatto dall'entree al dessert.
Il fiore del carciofo, viene ormai coltivato in gran parte del territorio italiano e sempre più spesso è possibile trovarlo sui banconi dell'orto frutta in qualunque periodo dell'anno, ma, poichè l'intento principe dell'associazione ristoratori è proprio quello di poter avere un prodotto di qualità massima, consigliamo a tutti di gustarlo nel periodo di marzo, quando la fioritura "naturale", ne riesce ad esaltare aromi e sapori.
Anche in questo turno gli studenti dell'istuto alberghiero Filosi di Terracina hanno dimostrato grande entusiasmo nel partecipare al concorso indetto dall'associazione e hanno provato ad abbinare il carciofo in ricette sempre più originalI; ed è stata proprio l'originalità della proposta che ha dato la vincita al gruppo formato dai futuri chef ANTONIA BATTISTI, ANTONIO AGNOCCOMICHELLE MIGLIORI con il piatto vincitore "Muffin al carciofo e cioccolato". Ebbene si, il carciofo in versone dessert!!! Bravissimi ragazzi, piatto ottimo e idea eccellente!!!.


giovedì 14 marzo 2013

Settimana della bufala e dei suoi derivati

Eccoci giunti alla sesta tappa del Gusto della Tradizione e stavolta da protagonista l'ha fatta la Bufala sia per le sue carni ricche di principi nutrizionali che i suoi derivati nella produzione casearia.
Anche stavolta gli studenti dell'Istituo alberghiero Filosi di Terracina hanno dimostrato grande entusiamo e partecipazione nel ricercare tutte le informazioni storico culturali della carne bufalina e cimentandosi nell'eleborazione di ricette che ne potessero esaltare le qualità.
La giuria riunita ha avuto difficoltà nel decretare il vincitore, ma poi la scelta è ricaduta su STEFANO ALTOBELLI che ha deliziato tutti con un primo piatto dal gusto deciso e territoriale. Nome del piatto è "Pennucce Fibrella con straccetti di bufala su vellutata di cime di rapa".
Ottimo il piatto e eccellente la sua presentazione.
Stefano è stato premiato dal presidente dell'associazione ristoratori Terracina a tavola con uno stage retribuito del valore di € 500,00 che avrà modo di tenere presso il ristorante La Capannina-Terracina.

 Complimenti Stefano e in bocca al lupo per il tuo futuro!!!

mercoledì 23 gennaio 2013

La salsiccia di Terracina, protagonista del mese di gennaio

La salsiccia o meglio la "ZAZZICCHIA" di Terracina è la protagonista della quarta tappa dell'evento il Gusto della Tradizione che l'associazione promuove nella stagione invernale terracinese ogni mese.
La salsiccia di Terracina è storicamente molto antica, infatti già i longobardi ebbero modo di apprezzarla per la sua caratteristica di poter essere essiccata e portata nei lunghi viaggi.
Il sapore caretteristico che l'aggiunta del coriandolo conferisce alla salsiccia di Terracina è dovuto ai saraceni che aggiunsero questa spezie per confondere il forte sapore del maiale che la religione islamica proibiva.La tradizione locale ha poi aggiunto tra gli ingredienti oltre al coriandolo, il peperoncino rosso e in dose variabile delle scorzette di arancio.
Anche questo mese i ragazzi dell'istuto alberghiero Filosi di Terracina si sono cimentati nella ricerca storico nutrizionale e nell'elaborazione di una ricetta che rendesse al meglio la salsiccia, protagonista della quarta tappa del concorso il Gusto della Tradizione nelle scuole.
Tra i lavori pervenuti, la giuria ha decretato vincitori 3 futuri chef del Va alberghiero:
BONI PIO, D'ANGELIS GABRIELE, BRESSAN JACOPO che con maestria hanno proposto dei "Paccheri farciti con salsiccia di Terracina su vellutata di borlotti e pomodori confit"
 
Nella preparazione del piatto i ragazzi hanno utilizzato Olio extra vergine d'oliva del Frantoio De Gregoris di Sonnino e nell'abbinamento del vino al piatto la scelta è stato sul vino "Sogno" della Cantina Sant'Andrea.
I ragazzi premiati dal Presidente dell'associazione Emanule Panici hanno ricevuto in premio una cena degustativa sulla salsiccia offerta dal Ristorante Il Quadrifoglio di Terracina.

Visto l'entusiasmo che i ragazzi dimostrano ad ogni tappa, non ci resta che rimandare l'appuntamento al prossimo mese con la BUFALA e i suoi derivati!!!.
Buon lavoro a tutti!

sabato 15 dicembre 2012

Terza tappa concorso "Il Gusto della Tradizione" dedicata all'oliva itrana

Ieri mattina presso la sala comunale Valadier, all'interno dell'istituto Filosi di Terracina, il presidente dell'associazione ristoratori Terracina a tavola, Emanule Panici ha premiato il gruppo vincitore della terza tappa del concorso attinente al progetto del "Gusto della Tradizione", che l'associazione ristoratori terracinese porta avanti ormai da due anni per favorire l'impegno di destagionalizzazione del turismo, proponendo ai propri commensali la possibilità di riscoprire i prodotti che il nostro territorio ci offre.
Il mese di dicembre ha visto come protagonista l'oliva itrana,riconosciuta come la "matrice" del riconoscimento della DOP delle Colline Pontine e  ampliamente apprezzata sul territorio nazionale, sia come alimento fine a se stesso che come derivati. Sono infatti sempre più numerse le aziende agroalimentari pontine dedite alla produzione di olio extra vergine d'oliva (itrana), che vengono onorate con premi e riconoscimenti di qualità e certificazione da gli enti di categoria specifici.
Il piatto proposto dal gruppo vincitore composto dai validissimi futuri chef FRANCESCO SCARANO, MARA DEL BONO, KUMAR NARESH, ANTONIO AGNOCCO, è un "Soutè di gamberi con olive itrane sott'olio, rosmarino mojito di cipolla e vellutè di olive itrane".


I vincitori sono stati premiati con una confezione regalo di prodotti dell'oleificio De Gregoris di Sonnino.
Il presidente della Pro Loco, patrocinante l'evento, Luca Brusca ha poi comunicato a tutta la platea degli studenti che i vincitori di tutte le tappe del concorso il Gusto della Tradizione, saranno investiti della nomina di AMBASCIATORI DEL GUSTO e andranno a promuovere in maniera itinerante i piatti da loro proposti presso le città gemellate con Terracina in un tour che verrà organizzato a tale fine.
Non ci resta che augurare a tutti un grosso IN BOCCA AL LUPO e rimandare l'appuntamento a Gennaio 2013 con la "ZAZZICCHIA" di Terracina!!!

 
 

giovedì 13 dicembre 2012

Premiazione concorso IL GUSTO DELLA TRADIZIONE- oliva e suoi derivati

Domani 14 dicembre 2012, scopriremo insieme chi sarà il gruppo vincitore tra i futuri chef dell'Istituto Filosi di Terracina, della terza tappa del concorso Il Gusto della Tradizione, bandito dall'Associazione ristoratori "Terracina a tavola" con il patrocinio del Comune di Terracina e della Pro Loco.
La premiazione si terrà presso la sala Valadier all'interno dell'Istituto Filosi alle ore 11.
Invitiamo tutti coloro che hanno il piacere di approfondire, attraverso il lavoro svolto dagli studenti, l'importanza della valorizzazione di un prodotto prezioso del nostro territorio, come l'oliva itrana rapprenta, a partecipare!
Non mancate.

martedì 27 novembre 2012

Corso del Buon Bere

Ieri presso il ristorante  la Capannina, si è tenuta l'ultima delle 6 lezioni del corso del Buon Bere che l'associazione ristoratori ha organizzato e promosso al fine di fornire le conoscenze basi a tutti i partecipanti, sul piacere del bere bene.
I 29 corsisti nell'ultima lezione sono stati condotti, sapientemente da Biagio Fontana del ristorante consociato Il Caminetto, su un viaggio di conoscenze degustative per poter trovare il giusto abbinamento nel rapporto cibo-vino.


Ma questa lezione è stata solo l'apice di un percorso formativo e informativo al quale i partecipanti hanno avuto il piacere di accedere.
Abbiamo infatti iniziato con la conoscenza e le origine della vite, attraverso la sapienza che ci ha regalato Andrea Pandolfo, enologo e proprietario della rinomata azienda vinicola Sant'Andrea, che ci ha poi condotto, nella seconda lezione, alla scoperta della trasformazione dalla vite al vino.
Argomento del terzo incontro è stata invece la panoramica sui vini speciali e distillati, con uno sguardo alle birre artigianali che il sig. Dionisio Castello, noto conoscitore AIS del mondo enologico e oltre, ci ha dato il piacere di cogliere.
Per la quarta lezione, attraverso la voce di Luigi Sarra del ristorante consociato Bottega Sarra, abbiamo potuto ampliare la nostra prospettiva conoscitiva sulla terminologia e classificazione dei vini e poter quindi scoprire come compilare una scheda degustativa AIS.
La quinta lezione, curata dall'enologo della cantina Villa Gianna, ci ha invece approcciato alla conoscenza dei maggiori produttori di vino e dei vitigni più rappresentativi nel mondo.
Insomma siamo certi che tutto il corso ha sicuramente fornito un approccio più approfondito nel vastissimo mondo enologico a coloro che hanno partecipato e ci auguriamo che i corsisti porteranno questo piccolo bagaglio informativo che l'associazione gli ha fornito, custodito, e che magari, da oggi, davanti ad un'acquisto su una bottiglia di vino da abbinare ad un pasto tra amici o da soli, avranno le idee più chiare!
Facciamo presente a tutti coloro che sono interessati che dato il successo di adesioni del prima edizione del corso, vi informeremo attraverso le pagine di questo sito sulle prossime date di partenza della seconda edizione.
Seguiteci per rimanere aggiornati!